Come Scegliere lo Shampoo

Tutti desideriamo una chioma folta e lucente, in modo da avere dei capelli perfetti, anche quando non andiamo dal parucchiere. Spesso ci si lamenta che i capelli non stanno mai come dovrebbero stare, oppure che non sono per niente come li vogliamo. Invece il problema è un altro: cosa facciamo noi per aiutarlo ad essere come lo vogliamo? Per prima cosa dobbiamo saper scegliere lo shampoo più adatto in base ai bisogni dei propri capelli.

Esistono varie regole per prendersi cura dei capelli se desideriamo avere dei capelli belli e sani e per questo ecco alcuni consigli su come scegliere lo shampoo.

E’ molto importante offrire la migliore cura per lo scalpo e per questo è necessario sapere che tipo di cuoio capelluto abbiamo. Questo può essere: grasso, secco, sensibile e normale. E’ molto importante l’identificazione corretta del tipo di cuoio capelluto, in quanto l’uso di uno shampoo non adatto può causare la comparsa della forfora, l’infiammazione dello scalpo, secchezza o untosità dei capelli. In generale esistono 5 tipi di capelli: radi e fini, grassi, secchi, spessi e crespi, e capelli normali.

 

Capelli radi e fini

Dopo aver identificato il tipo di scalpo e tipo di capelli, il punto più importante quando scegliamo lo shampoo, è quello di essere attenti agli ingredienti che contengono. Per i capelli radi e fini si consiglia uno shampoo che contiene complessi di colagene che irrobustiscono la struttura dei capelli. Un componente fondamentale dei capelli, ma anche una proteina, è la cheratina. Questa ha caratteristiche speciali, la quale assicura resistenza ed elasticità alla fibra capillare. Quindi per avere una chioma più forte, spessa e voluminosa, dobbiamo assicurarci che nutriamo questa proteina!

Wella System Professional – Balance Scalp Energy Serum

 

 

 

Capelli grassi

La  lista degli ingredienti di uno shampoo per capelli grassi, deve essere più corta possibile per non sovraccaricare i capelli. Gli ingredienti base per questo tipo di capelli, che puliscono lo scaplo e tengono sotto controllo l’eccesso di sebo, sono: l’ortica, l’argilla, camomilla oppure olio di limone, salvia, tea tree oil. Applica lo shampoo due volte, usando sempre una piccola quantità di prodotto. E’ molto importante sciacquare molto bene, con acqua tiepida e non molto calda. Durante l’estate fagli asciugare naturalmente, oppure se vuoi usare il phon, usa una temperatura quasi fredda. Quando si hanno i capelli grassi, il lavaggio giornaliero, non fa altro che aumentare la produzione di sebo. Il balsamo o la maschera vanno usati solo una volta a settimana e solo sulle lunghezze.

 

Capelli secchi

I capelli secchi che difficilmente si possono acconciare, hanno bisogno di uno shampoo che contenga ingredienti idratanti , come l’olio di mandorle, olio di cocco, jojoba, avocado, miele, oppure l’olio di argan. Questi nutrono la fibra capillare e aiutano alla ristrutturazione dei capelli. Questi capelli mancano di luminosità e nella maggior parte dei casi presentano anche doppie punte, e questo perchè le ghiandole sebacee producono sebo in quantità scarse per poter idratare la fibra capillare fino alle punte. Oltre agli shampoo ricostituenti e fortificanti, sono ottimi anche i prodotti bio. I capelli biianchi fanno parte di questa categoria, quindi se hai scelto di non fare la tinta, curali in questo modo.

Shampoo curativo senza silicone COIFFEUR DELUXE

 

 

 

Un’altra indicazione di cui dobbiamo tener conto, quando si tratta della scelta dello shampoo, è la struttura dei capelli: ricci o lisci. Ogni shampoo ha una combinazione di ingredienti, destinata ad ogni tipo di capelli. Alcuni shampoo specificano sulla confezione se sono adatti per capelli ricci o lisci.

Per i capelli ricci è consigliabile usare uno shampoo nutriente per mettere in risalto la bellezza delle onde o dei ricci. Usa una maschera adatta per questo tipo di capelli e pettinali sempre dopo averla applicata, per distribuire il prodotto uniformemente. Anche in questo caso asciugarli naturalmente quand’è possibile, definisce naturalmente i ricci, oppure usando il phon con il difussore, asciugandoli a testa in giù dalle punte, al cuoio capelluto.

Anche i capelli tinti hanno bisogno di cure specifiche per mantenere il colore e avere luminosità. Tra gli ingredienti che dobbiamo avere in vista quando scegliamo lo shampoo sono: burro di shea (mantiene il colore), tè verde(protegge i capelli), e olio di jojoba(dona luminosità). E’ importante prendersi cura anche delle punte, con prodotti speciali.

 

Quanto spesso dobbiamo lavare i capelli

La frequenza del lavaggio rappresenta un’altro indizio. Alcuni shampoo specificano sulla confezione quanto spesso ci si puà lavare con quel deterrminato prodotto. Ad esempio se detergi i capelli ogni tre quattro giorni, i prodotti che hanno la dicitura “per uso frequente”, non soddisferanno le tue aspettative. I capelli si lavano a seconda del bisogno. Si massaggia delicatamente, per evitare l’eccesso di sebo e si sciacqua bene, per poi applicare il balsamo o la maschera per capelli, solo sulle punte.

Shea Moisture, Shampoo per capelli ricci

 

 

 

Se abbiamo dei capelli grassi e usiamo uno shampoo per capelli secchi, è possibile vedere la comparsa della forfora. Nel caso in cui esistono più problemi dei capelli, dobbiamo trattarle nell’ordine delle priorità. Ad esempio se abbiamo problemi con lo scalpo ed i capelli secchi, è importante trattare prima il cuoio capelluto e dopo acquistare uno shampoo per capelli secchi.

Quando c’è presente la forfora, abbiamo bisogno di uno shampoo che curi e calmi il cuoio capelluto, eliminando anche il prurito. Alcuni degli ingredienti migliori per la capelli con forfora, sono: menta, zolfo ed il ginseng. In questo caso è bene non lavare più di 3 volte a settimana i capelli.